Elezioni, studenti lanciano “Freeducation” idea di istruzione alternativa

febbraio 7th, 2018
Elezioni, studenti lanciano “Freeducation” idea di istruzione alternativa
Scuola
0

Con l’approssimarsi dell’appuntamento elettorale del 4 marzo si arricchiscono le proposte di giovani e studenti, troppo a lungo lasciati da parte dalla politica nazionale. La Rete della Conoscenza, network che racchiude varie realtà associative di studenti di scuole secondarie e università, ha lanciato questa mattina da Camera dei Deputati , un’idea alternativa di istruzione. 

“In questi mesi abbiamo assistito ad un dibattito partitico sui temi dell’istruzione che ha coinvolto partiti, esponenti di Governo, fatto di botte e risposta. E’ arrivato il momento che a parlare siano le studentesse e gli studenti.“ – dichiara Martina Carpani, coordinatrice nazionale Rete della Conoscenza – “Non è più possibile pensare di ragionare sull’istruzione a compartimenti stagni, senza riflettere su un Paese oramai senza futuro e che solo dall’istruzione può ripartire come fulcro per progettare nuovi investimenti strutturali, nuove politiche del lavoro, nuove forme di welfare universale e di servizi pubblici. La nostra proposta parla di una formazione gratuita, ma anche libera, e restituisce una nuova idea di futuro per i giovani e per il Paese”. Giovani che stando agli ultimi sondaggi sono sempre più lontani dalla partecipazione politica: quasi sette su dieci non andranno al voto. E gli studenti chiedono più risorse all’istruzione: più borse di studio egualmente garantite a livello regionale, abbattere la grave problematica degli idonei non beneficiari, diritto alla mobilità rendendo gratuiti i trasporti locali per gli studenti, aumento del finanziamento per studenti disabili, revisione dei cicli scolastici, sono solo alcune delle tematiche a cuore ai giovani italiani. 

Studenti che vogliono sempre più essere coinvolti nelle decisioni del palazzo. Come ad esempio sulla tematica dell’alternanza scuola-lavoro: “Siamo contro questo modello – dichiara Francesca Picci, coordinatrice nazionale Unione degli Studenti – costruiamo invece un’istruzione integrata in una città educativa. Non accetteremo più una scuola che “respinge i sani e cura i malati” e che si costruisce sui bisogni di un mercato del lavoro mutevole prima di quelli pedagogici ed educativi. Oggi richiederemo delle risposte chiare e degli impegni concreti”. Tra le proposte presentate ai candidati c’è anche quella del tablet in classe: “Non siamo contro all’uso delle nuove tecnologie se queste sono integrate con nuovi approcci alla conoscenza e non con la vecchia lezione frontale”, scrivono nel documento. E poi maggiore partecipazione degli studenti con “reali tutor di orientamento che siano preparati sulle softskills che oggi sono fondamentali nel mondo del lavoro ma che non devono significare sfruttamento di studenti e studentesse in alternananza”. Proprio l’Unione degli Studenti ha denunciato nelle scorse settimane la richiesta di versare 300 euro agli studenti di un istituto per fare un periodo di alternanza in una nota compagnia di crociere. 

“Il dibattito sull’università pubblica richiede un approfondimento che vada ben oltre il dibattito elettorale di queste settimane.” – dichiara Andrea Torti, coordinatore nazionale di Link-coordinamento universitario – “Siamo felici che molte forze politiche stiano proponendo di invertire la rotta rispetto alle politiche portate avanti in questi anni, ci chiediamo però perché non sia stato fatto prima: non ci interessano solo le promesse elettorali, vogliamo che le forze politiche si impegnino per portarle davvero a termine già dall’inizio della legislatura. Per recuperare la credibilità della politica serve concretezza fuori dalla promesse elettorali”. Credibilità, una parola sempre più contesa in questa campagna elettorale. “Ripartiamo dalle università del Sud, ridiamo all’Università il suo ruolo sociale, propulsivo e propositivo per lo sviluppo economico e sociale di tutti i territori.”

 

[ngg_images source=”galleries” container_ids=”23″ display_type=”photocrati-nextgen_basic_slideshow” gallery_width=”600″ gallery_height=”400″ cycle_effect=”scrollUp” cycle_interval=”10″ show_thumbnail_link=”1″ thumbnail_link_text=”[Mostra miniature]” order_by=”sortorder” order_direction=”ASC” returns=”included” maximum_entity_count=”500″]

Lascia un commento

www.ry-diplomer.com/diplomy-v-voronezhe

diploma-home.com/city-diplom-v-cheboksarakh.html

also best-cooler.reviews