Erasmus, tra difficoltà di trovare casa e terrorismo. Gli studenti: “Non ci facciamo spaventare”.

settembre 21st, 2017
Erasmus, tra difficoltà di trovare casa e terrorismo. Gli studenti: “Non ci facciamo spaventare”.
Università
0

Lanciata la rubrica Erasmus Stories su univ.it dove oggi abbiamo raccolto in le testimonianze di alcuni studenti che racconteranno questa importante esperienza sul nostro giornale. C’è chi è già partito e chi sta facendo gli ultimi preparativi,  ma non alcuni problemi sembrano permanere: dall’alloggio ai conti con la borsa di studio. Ma anche insicurezza, soprattutto per farà il periodo di studio in città recentemente oggetto di attentati terroristici. “Dico la verità ho un po’ di timore – afferma Maria Alessandra Pallotta, studentessa di Comunicazione in partenza per Barcellona – Ma non mi faccio spaventare. Voglio assolutamente andare a fare questa esperienza”. Mentre Camilla Pargentino parla delle difficoltà incontrare nel trovare un alloggio ad Utrecht in Olanda: “La città bellissima ma pago 600 euro e forse avevo sottovalutato questo aspetto – afferma – perché qui il mercato immobiliare è difficile da penetrare. Conosco studenti che dormono in tenda nei campeggi”. Invece, sotto il profilo didattico le cose cambiano: “Viene lasciata più autorità agli studenti – continua Camilla, che studia Lingue alla Sapienza di Roma – le classi sono più piccole delle nostre ed ogni settimana abbiamo assignment da consegnare”. 

Non manca poi una tematica fortemente sentita dagli studenti europei che fanno l’Erasmus: la borsa di studio. Spesso con il budget europeo non si riesce a pagare neanche l’affitto. Valerio Carresi, all’ultimo anno di Giurisprudenza, dovrà lavorare per mantenersi ad Hannover in Germania: “Sono stato fortunato perché sono riuscito a prendere una borsa di studio aggiuntiva come assistente di diritto italiano nella biblioteca dell’Università”, afferma. Invece per quanto riguardo l’alloggio: “In Germania sono molto organizzati da questo punto di vista – dichiara – l’Università mi ha dato la possibilità di prendere un alloggio nel dormitorio a 300 euro finché non troverò una sistemazione in un appartamento”. 

 

Related Post

Lascia un commento