Esami di riparazione 2017: alcuni semplici consigli per evitare la bocciatura

agosto 31st, 2017
Esami di riparazione 2017: alcuni semplici consigli per evitare la bocciatura
Scuola
0

Ci siamo. Gli ultimi giorni vacanza si fanno sentire e gli esami sono dietro l’angolo. Da domani, infatti, in molte scuole inizieranno quelli di riparazione per quegli studenti che hanno avuto debiti in alcune materie: in gioco c’è la promozione. Il Miur aveva dato una scadenza in direttiva, oggi 31 agosto, ma in quasi tutte le scuole italiane gli esami vengono fatti i primi giorni utili di settembre. E lo studio degli ultimi giorni può fare la differenza tra il successo e l’insuccesso; ecco di seguito alcuni semplici consigli per arrivare all’esame con la giusta sicurezza: 

Crea una tabella di marcia per organizzare lo studio giorno per giorno. Dividi gli argomenti e dedica ogni settimana al ripasso di un argomento: in questo modo ti basteranno 2-3 ore al giorno sui libri per essere preparato e potrai goderti il resto della giornata senza rimorsi.

Rispetta la tabella e non fare sconti a te stesso: non pensare “questo posso studiarlo domani”, o finirai per rimandare sempre e non studiare più.

Studia quando sei più riposato. Solitamente il momento migliore per studiare è la mattina, dopo una ricca colazione. La mente sarà riposata e pronta ad assimilare i concetti: meglio un’ora di studio concentrato che una giornata con la mente altrove.

Evita le maratone. Non arrivare alla settimana prima dell’esame senza aver aperto libro. Sarai costretto altrimenti a passare giornate e nottate intere sui libri. Conseguenza? La tua mente stanca si rifiuterà di assimilare e avrai vuoti di memoria e blackout all’esame.

Fai schemi e riassunti per sintetizzare i concetti, usa evidenziatori e post-it colorati per sottolineare i concetti più importanti. Così facendo aiuterai la tua memoria visiva che all’esame ti sarà molto di aiuto.

Per gli argomenti orali, fai prima una lettura generale, poi evidenzia i concetti principali e ripeti a voce alta. Chiedi a un amico o a un parente di ascoltarti mentre ripeti: saprà consigliarti su cosa migliorare nell’esposizione.

Cosa succede se non si superano gli esami di riparazione? Questa è una domanda che si fanno in molti questi giorni. Innanzitutto non vi è una bocciatura immediata, la valutazione secondo il Ministero dell’Istruzione è affidata nuovamente alla commissione che ha rimandato lo studente. Probabilmente però se non si recupera neanche una materia, le probabilità di ripetere l’anno sono elevate. 

 

Related Post

Lascia un commento

на сайте

читать дальше

подробно