Un’Auto chiamata Sud, dalla tesi al documentario

giugno 8th, 2012

L’Università Suor Orsola ospita questa mattina alle ore 11.30 la presentazione in anteprima nazionale del documentario “Un’Auto chiamata Sud. La vera storia dell’Alfa Romeo e dell’Alfasud” di Giuseppe Pesce e Aldo Zappalà realizzato per la Rai – La Storia Siamo Noi da Village Doc&Films in collaborazione con l’ateneo.

Alla tavola rotonda, coordinata da Zappalà, interverranno il responsabile de “La Storia Siamo Noi” Piero Corsini, il direttore di “Quattroruote” Carlo Cavicchi, il direttore de “L’Europeo” Daniele Protti, il giornalista e coautore del documentario Giuseppe Pesce, il sociologo Domenico De Masi e la laureanda Valeria Amitrano studentessa del cdl magistrale in imprenditoria e creatività per cinema teatro e televisione la cui tesi ricostruisce la storia dell’Alfa e in particolar modo dello stabilimento di Pomigliano d’Arco.

L’interesse verso la storia ed in particolare la memoria, che si conserva ancora oggi di questo famoso marchio automobilistico – spiega Valeria – sono nati in occasione di un lavoro di ricerca che ho svolto durante il corso di laurea. Il laboratorio di Scritture creative e formazione del produttore-autore, tenuto dal prof. Aldo Zappalà, ha dato a noi studenti la possibilità di partecipare alle ricerche necessarie alla realizzazione del documentario. Posto che la memoria è un elemento essenziale di ciò che ormai si usa chiamare «l’identità», individuale o collettiva, il lavoro di tesi non è stato semplice. Ho ritenuto che ricostruire la storia del marchio, dell’azienda dell’Alfa Romeo e in particolare dello stabilimento di Pomigliano d’Arco, fosse fondamentale per il recupero di una memoria economica, industriale di quegli anni, specchio a sua volta della storia culturale e sociale del nostro Paese“.

Valeria ha spiegato al dell’Università: “Mi sembrano emblematiche le parole di Italo Calvino: la memoria conta veramente, per gli individui, le collettività, le civiltà, solo se tiene insieme l’impronta del passato e il progetto del futuro, se permette di fare senza dimenticare quel che si voleva fare, di diventare senza smettere di essere, di essere senza smettere di diventare. La memoria è un elemento essenziale di ciò che ormai si usa chiamare «l’identità», individuale o collettiva, la ricerca della quale è una delle attività fondamentali degli individui e delle società d’oggi, in una realtà in continua, rapida e profonda trasformazione. Ricostruire la storia del marchio, dell’azienda dell’Alfa Romeo, diviene quindi fondamentale per il recupero di una memoria nodale: la memoria economica, industriale di quegli anni, specchio a sua volta della storia culturale e sociale del nostro Paese. Da qui la scelta di realizzare un documentario che ripercorresse la storia dell’Alfasud, una fabbrica e un’auto che hanno traghettato il Sud nella grande avventura industriale della famosa casa automobilistica e che ha reso anche Napoli protagonista di alcuni dei momenti cruciali della storia italiana. La documentazione che permette di ripercorrere tali vicende costituisce, quindi, una fonte di primaria importanza per la comprensione della realtà italiana di quegli anni e accanto alla tradizionale documentazione cartacea, prendono posto i materiali audiovisivi, che ci consegnano immagini relative non solo alla vita industriale dell’epoca, ma anche il mondo politico, operaio, sociale e culturale, raccontandoci un mondo oggi profondamente modificato e favorendone la lettura critica”.

La proiezione in anteprima verrà seguita da un dibattito introdotto dal Rettore Lucio d’Alessandro e da Enrico Corbi, Preside della facoltà di scienze della formazione.

Il documentario andrà poi in onda Martedì 12 Giugno alle 23.45 su Rai Due e Mercoledì 13 Giugno alle 10 su Rai Tre.

Trailer

One Comment

  1. vincenzo says:

    martedi 12 giugno 2012… non e’ stato mandato in onda….

Lascia un commento

make-up.kiev.ua/brovi.html

https://yarema.ua

У нашей компании полезный портал , он рассказывает про Кровельные планки eurobud.com.ua