Help, seconda prova!

giugno 22nd, 2011

Il 23 giugno è la data della fatidica seconda prova di maturità, un esame con cui dovrete attestare le competenze specifiche di indirizzo dell’istituto che avete frequentato nei cinque anni del vostro percorso ovvero, le materie caratterizzanti.

Come di consueto, il Ministro Mariastella Gelmini ha elencato le materie oggetto di prova attraverso il suo canale Youtube. Tra versioni di latino, problemi di matematica, bilanci, traduzioni e disegni geometrici, tenteremo di fare chiarezza sulla seconda prova.

LICEO CLASSICO

LATINO
COMMISSARIO ESTERNO

La prova di latino consiste nella traduzione di una versione in 4 ore di tempo. Agli studenti è concesso l’utilizzo del dizionario di latino. Non è semplice identificare quale autore sarà selezionato, spesso vengono scelti quelli studiati durante l’ultimo anno ma non sono da escludere brani trattati precedentemente.

Consiglio del prof: la versione di latino è un momento di riflessione importante dove lo studente deve far convergere tutte le conoscenze per fare un lavoro di qualità. Affidatevi esclusivamente a voi stessi, cercare di copiare dai compagni vi porterà via del tempo utile. Il dizionario è un buon compagno, imparate ad utilizzarlo bene.

Consiglio del diplomato Sandro: allenatevi nelle versioni, con l’esercizio la ricostruzione della traduzione diventa facile. Anche riguardare dei testi può servire, spesso si beccano le stesse versioni.

LICEO SCIENTIFICO

MATEMATICA
COMMISSARIO ESTERNO

Questa prova pone lo studente davanti a 2 problemi e 10 quesiti. Ognuno può scegliere liberamente un problema e cinque domande. Il tutto in un massimo di 6 ore. Generalmente, uno dei due problemi verte sulle funzioni mentre l’altro può variare su svariati temi affrontati durante il corso di studi. L’unico strumento utilizzabile è la calcolatrice.

Consiglio del prof: ovviamente non potrete imparare il giorno dell’esame cose che non sapete quindi sfruttate bene il tempo che manca alla data. Esercitarsi è l’unico modo per esser certi delle cose che si conoscono o meno. Se non riuscite a svolgere un esercizio, passate avanti.

Consiglio della diplomata Eleonora: fate quanti più esercizi possibile prima dell’esame perché la pratica porta a comprendere il metodo e vi rende abili cercatori di soluzioni.

LICEO LINGUISTICO

LINGUA STRANIERA
COMMISSARIO ESTERNO

La seconda prova scritta del liceo linguistico ha una durata massima di 6 ore e consiste nella composizione di un tema su una delle tre tracce proposte oppure nella comprensione e produzione di un testo nella lingua straniera di riferimento. Le tracce possono essere attinenti ad argomenti di attualità o tematiche ed autori trattati nel corso di studio. Gli studenti potranno utilizzare un dizionario sia monolingua che bilingue.

Consiglio del prof: non cercate di arricchire il vostro lavoro usando termini pescati a caso dal dizionario e che quindi non conoscete. La proprietà di linguaggio si evince facilmente nelle prime righe del vostro elaborato e l’esaminatore noterà subito i termini fuori contesto che spesse volte sono inappropriati a causa della molteplicità di cose a cui può riferirsi.

Consiglio della diplomata Antonella: utilizzate un buon dizionario e non spaventatevi di fronte ai testi. Avete studiato per anni le lingue straniere basta saper raccogliere tutte le conoscenze accumulate.

LICEO ARTISTICO

DISEGNO GEOMETRICO, PROSPETTIVA E ARCHITETTURA
COMMISSARIO ESTERNO

Questa prova è differente dalla altre poiché in genere una durata di 3 giorni da intendersi 6 ore per ogni giorno. Gli studenti dovranno realizzare un disegno geometrico, un progetto di prospettiva o architettura sulla base esperienze maturate durante il personale corso di studi. Nei primi due giorni i ragazzi potranno (ad esame ultimato) lasciare la sede per recarsi nelle aule laboratorio dell’istituto ed utilizzare solo i materiali e le attrezzature disponibili nella scuola.

Consiglio del prof: siate sempre voi stessi nel lavoro che producete. Non tentate di imitare altri perché è facile cadere nel ridicolo. Se volete sperimentare qualcosa di nuovo all’esame, ricordate che può andarvi bene ma anche male per cui utilizzate tecniche di progettazione di vostra conoscenza.

Consiglio della diplomata Annalisa: Anche se si tratta di un esame ricordate che possiamo dare voce alla nostra creatività quindi dico solo massima attenzione ma mai tralasciare la passione per l’arte.

LICEO PEDAGOGICO

PEDAGOGIA
COMMISSARIO ESTERNO

La prova ha una durata di 4 o 5 ore e si compone di quattro temi, ciascuno dei quali ha una spiegazione e una traccia da sviluppare. Lo studente dovrà scegliere due argomenti e svilupparli in un singolo elaborato. E’ consentito solo l’utilizzo del dizionario della lingua italiana.

Consiglio del prof: i temi affrontati in questo tipo di liceo sono tutti complessi e articolati quindi nel momento in cui procedete con la scelta, non avventuratevi in argomenti sconosciuti e soprattutto pensate bene a come intrecciare i due temi scelti.

Consiglio della diplomata Paola: non cercate a tutti i costi di sviluppare il tema che vi sembra più interessante. Ragionate in base alle vostre competenze.

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE

ECONOMIA AZIENDALE
COMMISSARIO ESTERNO

La prova di economia aziendale può durare al massimo 6 ore e consiste nello svolgimento di un tema e di alcuni argomenti correlati su una traccia specifica del programma. Nella grande maggioranza dei casi la prova verte sulla contabilità e il bilancio. Sarà possibile consultare il Codice Civile, che, ovviamente, non deve contenere alcun genere di appunti ed anche la calcolatrice.

Consiglio del prof: prima di tutto non copiate, anche un solo dato copiato può crearvi problemi nel proseguimento dell’esercizio. L’esaminatore è un esperto e se un dato compare improvvisamente senza alcun tipo di ragionamento invaliderà il compito. Esercitatevi molto.

Consiglio della diplomata Grazia: studiate tutto il programma ed esercitatevi molto sulla redazione dei vari bilanci che avete studiato.

ISTITUTO TECNICO PER GEOMETRI

COSTRUZIONI
COMMISSARIO ESTERNO

La seconda prova per gli studenti del tecnico per geometri ha una durata massima di 7 ore e consiste in un tema di costruzioni o, più precisamente, nella realizzazione di un progetto come un’opera anti-sismica o di restauro. Gli studenti possono utilizzare manuali tecnici e calcolatrici non programmabili.

Consiglio del prof: ricordate che le opere del geometra sono di alta responsabilità. Immaginate di essere un professionista e entrate nella visione di creare un progetto valido. Non affidatevi al caso e ripassate formule e esercizi svolti nel corso di studio.

Consiglio del diplomato Antonio: la precisione è fondamentale, non siate frettolosi. Anche se il tempo sembrerà scarso è sufficiente per la realizzazione del progetto.

ISTITUTO TECNICO PER IL TURISMO

TECNICA TURISTICA
COMMISSARIO ESTERNO

La prova ha una durata massima di 6 ore in cui i candidati dovranno produrre un elaborato di tecnica turistica come ad esempio un bilancio ipotetico di una impresa turistica e strategie d’avanguardia a favore del marketing dell’azienda. Gli studenti, per lo svolgimento della prova, possono consultare il Codice Civile, che, ovviamente, non deve contenere alcun genere di appunti ed anche la calcolatrice.

Consiglio del prof: questo è un settore in continua evoluzione e le tecniche di marketing e promozione sono fondamentali. Il bilancio è strettamente connesso alle vostre conoscenze di matematica e turismo quindi nella valutazione iniziale della traccia non dimenticate di considerare strutture, location e fruitori del servizio.

Consiglio della diplomata Giovanna: studiate bene gli appunti presi in classe. In istituti come questi si apprende molto di più durante le lezioni che nello studio passivo a casa.

ISTITUTO PROFESSIONALE PER I SERVIZI ALBERGHIERI E DELLA RISTORAZIONE

ALIMENTI E ALIMENTAZIONE
COMMISSARIO ESTERNO

La seconda prova dell’esame di maturità per gli istituti alberghieri e della ristorazione ha una durata massima di 6 ore. La prova consiste in un elaborato sulle varie tematiche inerenti alimenti ed alimentazione. Si parte da un tema specifico per poi sviluppare in seguito due tematiche a scelta tra quelle proposte. Gli studenti hanno il permesso, in caso di necessità, di consultare il Codice Civile non commentato.

Consiglio del prof: un tema molto gettonato è quello della conservazione degli alimenti poiché ha sempre costituito un problema per l’umanità. Siate precisi e descrittivi nei minimi dettagli, un elaborato ricco è sempre visto di buon occhio dalla commissione ma attenti a non strafare, se andate fuori traccia avrete fatto un lavoro inutile.

Consiglio del diplomato Domenico: il lavoro pratico che affrontiamo durante il corso di studi è diverso dall’esame quindi suggerisco molta concertazione e tanto, tanto studio.

ISTITUTO PROFESSIONALE PER I SERVIZI SOCIALI

TECNICA AMMINISTRATIVA
COMMISSARIO ESTERNO

La prova ha una durata massima di 6 ore e consiste in un elaborato di tecnica amministrativa. Al candidato viene chiesto, partendo da una definizione o dalla descrizione di una situazione particolare, di sviluppare diversi punti e di analizzare vari fattori. Gli studenti possono consultare il Codice Civile non commentato ed utilizzare calcolatrici non programmabili.

Consiglio del prof: classificazione, descrizione e organizzazione delle aziende sono la chiave di risoluzione della prova. S’immagina che il candidato abbia studiato molto durante il corso di studi, se non è il vostro caso cercate di ripassare i temi più importanti in quest’ultimo mese. Il codice civile è un valido aiuto.

Consiglio del diplomato Federico: ripassate tutti gli argomenti, un occhio particolare alla classificazione e organizzazione delle aziende, amministrazione del personale e mercato del lavoro.

ISTITUTO PROFESSIONALE PER TECNICO DELLE INDUSTRIE MECCANICHE

MACCHINE A FLUIDO
COMMISSARIO ESTERNO

Questa prova può durare al massimo 6 ore e, il candidato dovrà effettuare una prova sulle macchine fluido partendo da uno schema meccanico che rappresenta un particolare elemento. Gli studenti, in caso di necessità, potranno utilizzare tavole numeriche, manuali tecnici e calcolatrici non programmabili.

Consiglio del prof: ripassate molto classificazione della macchine, caratteristica e andamento del fluido, moto di scambio di energia e velocità. Fare tanti esercizi è una buona prova per evidenziare le proprie lacune e cercare di colmarle in breve tempo. Se durante il corso di studi avete fatto il vostro dovere, non dovrete preoccuparvi in caso contrario cercate di essere lucidi e non fatevi prendere dal panico.

Consiglio del diplomato Alessio: anche se vi sembrerà impossibile rispondere ad alcune delle domande riflettete bene, spesso i quesiti sono dei trabocchetti.

Lascia un commento